Dialetto Genovese, Singolari e Plurali

Dialetto Genovese: differenze tra singolare e plurale

Dialetto Genovese: differenze tra singolare e plurale

✅ Prima di iniziare con le differenze tra singolare e plurale, ti mettiamo qui sotto alcuni link davvero interessanti, sempre sul Dialetto Genovese. Dacci uno sguardo! 😉

PS: già che sei, seguici anche su Facebook!

Ecco a voi i alcuni casi di differenze tra singolare e plurale, in Dialetto Genovese! 

Dialetto Genovese

Qui di seguito troverete alcuni tra i principali, quelli usati più spesso nella parlata ligure di tutti i giorni.

SINGOLARE E PLURALE

  • il coltello = o cotello
  • i coltelli = i cotelli
  • la canzone = a canson
  • le canzoni = e cansoin
  • il capello = o cavello
  • i capelli = i cavelli
  • il dottore = o mëgo
  • i dottori = i mëghi
  • l’ombrello = o pægua
  • gli ombrelli = i pægui
  • il materasso = a straponta
  • i materassi = e straponte
  • l’ala = l’äa
  • le ali = e äe
  • la bocca = a bocca
  • le bocche = e bocche
  • la piega = a doggia
  • le pieghe = e dogge
  • l’amico = l’amigo
  • gli amici = i amixi
  • il nemico = o nemigo
  • i nemici = i nemixi
  • il calcio = o casö
  • i calci = i cäsci
  • il passo = o passo
  • i passi = i pasci
  • il naso = o naso
  • i nasi = i naxi
  • il peso = o peiso
  • i pesi = i peixi
Dialetto genovese, singolare e plurale
  • il mese = o meise
  • i mesi = i meixi
  • la donna = a dònna
  • le donne = e dònne
  • il paese = o paise
  • i paesi = i paixi
  • l’asino = l’ase
  • gli asini = i axi
  • il padre = o poæ
  • i padri = i poæ
  • la madre = a moæ
  • le madri = e moæ
  • la carta = o papê
  • le carte = i papê
  • il dovere = o dovei
  • i doveri = i dovei

DIALETTO GENOVESE: SINGOLARE E PLURALE

  • il freno = o fren
  • i freni = i fren
  • lo scalino = o scæn
  • gli scalini = i scæn
  • l’usignolo = o roscigneu
  • gli usignoli = i roscigneu
  • la sorella = a seu
  • le sorelle = e seu
  • la fontana = o barchî
  • le fontane = i barchî
  • il campanile = o campanin
  • i campanili = i campanin
  • il faggio = o fò
  • i faggi = i fò
  • il mulo = o mù
  • i muli = i mù
  • la gioventù = a zoentù
  • le gioventù = e zoentù
  • il papà = o papà
  • i papà = i papae
  • la mamma = a mamà
  • le mamme = e mamæ
  • il grembiule = o scösâ
  • i grembiuli = i scösæ
  • la gronda = a canâ
  • le gronde = e canæ
  • il cane = o can
  • i cani = i chen
  • il pastore = o pastô
  • i pastori = i pastôi
  • il fiore = a sciô
  • i fiori = e scioî
  • il cannone = o cannon
  • i cannoni = i cannoin
  • la ragione = a raxon
  • le ragioni = e raxoin
  • il pescatore = o pescòu
  • i pescatori = i pescœi
  • il digiuno = o zazzun
  • i digiuni = i zazzuin
  • il mare = o mâ
  • i mari = i moæ
  • il pane = o pan
  • i pani = i pœn
  • la mano = a man
  • le mani = e mœn
  • l’uovo = l’euvo
  • le uova = e euve
  • il dito = o dïo
  • le dita = e dïe
  • il labbro = o lerfo
  • le labbra = e lerfe
  • il legno = o legno
  • la legna = e legne
  • i pezzi di legno = i legni
  • l’osso = l’òsso
  • gli ossi (es. di seppia) = i òsci
  • le ossa = e òsse