Cosa vedere a Rapallo: la Porta delle Saline

Cosa vedere a Rapallo? E’ semplice: la Porta delle Saline, la porta di ingresso della città!

Alla scoperta dell’unica delle 5 porte della città, rimasta intatta sino ad oggi. 😍

✔ Prima di cominciare la lettura, ti mettiamo qui sotto alcuni link – davvero molto interessanti -sempre su Rapallo:

✔ E anche alcune cosine 😇 davvero interessanti sulla città:

✔ Ah aspetta! Ultima cosa. Ti piacciono le foto in bianco e nero?

Cosa vedere a Rapallo: la Porta delle saline

▶ La Porta delle Saline è l’unica porta sopravvissuta della città.

E’ chiamata così, perché è situata nelle vicinanze delle Saline, di cui anticamente la famiglia genovese dei Doria, teneva il Monopolio.

Oggi, divide il lungomare dalla città antica. Al centro del sovrastante altare barocco, custodisce una riproduzione del celebre quadretto (foto sotto 👇) della Madonna di Montallegro, patrona della città.

Rapallo, Porta delle Saline
Quadretto sulla Porta delle Saline – Foto di Guido Barezzani, dal Gruppo Facebook

La notizia più antica, riguardante le mura di Rapallo, si trova in un atto notarile del 26 Aprile 1221, stipulato in “punta muri Rapalli“. *Nel medioevo era generalmente il notaio ad andare dal cliente, non viceversa, come accada oggi.

Gli altri documenti, datano 1240, dove un certo Guglielmo Embriaco, discendente dell’omonimo e più celebre Testa di Maglio aveva un terreno, 1264 e 1455, fino al decreto del 12 Febbraio 1629, della Repubblica di Genova, in cui Rapallo viene proclamato Borgo murato.

Rapallo Porta delle Saline
Porta delle Saline, Prima e dopo – foto di Rapallo in Cartolina e foto Staff

✔ Erano cinque le porte delle mura di Rapallo.

La Porta Occidentale – o degli Orti – distrutta nel 1874, la Porta Aquilonare – o di Sant’Antonio – abbattuta nel 1702, la Porta di Pozzarello o “del Molinello” diroccata nel 1810, che si trovava presso il torrente San Francesco, alla cui foce, sorgeva la Porta Orientale, demolita nel 1821 per aprire la strada nazionale.

Rispondi