Focaccia al formaggio, focaccia al formaggio di Recco

La Focaccia al Formaggio di Recco – a fugàssa de Reccu

🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿 Ricetta in Dialetto Genovese

Ci spostiamo dal Tigullio al Golfo Paradiso, per parlarvi del piatto per eccellenza della Riviera Ligure di Levante: la Focaccia al Formaggio!

✅ Prima di iniziare con la Ricetta della Focaccia al Formaggio, ti mettiamo qui sotto alcuni link davvero interessanti. Dacci uno sguardo! 😉

Insieme al Pesto, la Focaccia al Formaggio è il piatto che tutti hanno mangiato almeno una volta nella vita. In pochi però, ne conoscono l’origine.

Come è nata la Focaccia al Formaggio?

Probabilmente la “Focaccia al Formaggio di Recco” nacque nel XII secolo.

In realtà, di preciso…non 🤷‍♀️ si sa! I primi documenti noti e ufficiali che parlano di questa specialità gastronomica, risalgono a quell’epoca.

Recco, Focaccia al Formaggio
Focaccia al Formaggio – Dal nostro Gruppo Facebook

Come veniva impiegata?

📜 Sembra che “a fugassa de Reccu” venisse offerta ai crociati in partenza verso la Terra Santa. Ma c’è anche chi dice che questa antica ricetta, fu “ripescata” nel ‘500, quando – a causa delle ⚔ invasioni dei saraceni – la popolazione di Recco era costretta a rifugiarsi sulle alture, sopravvivendo con poche provviste e tanta fantasia.

Ma non mancano anche altre testimonianze, che risalgono alla letteratura del XIX secolo.

Focaccia al Formaggio
Focaccia al formaggio pronta per essere mangiata! Foto di Follie di Focaccia

Focaccia al Formaggio. La ricetta ufficiale.

DAL DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA FOCACCIA DI RECCO I.G.P col formaggio (🌐 http://www.focacciadirecco.it) 📜

Dosi e ingredienti

  • 500 gr. di Farina di grano tenero tipo “00” di forza o in alternativa farina tipo “Manitoba”.
  • 50 gr. di olio extra vergine d’oliva italiano
  • Acqua naturale
  • Sale fino
  • 1 kg. di Formaggio fresco

Preparazione dell’impasto 👩‍🍳

  • Si lavorano assieme farina di grano tenero tipo “00” (o farina tipo “Manitoba”), acqua, olio extravergine di oliva italiano e sale sino ad ottenere un impasto morbido e liscio.
  • Terminata l’operazione, si lascia riposare l’impasto per almeno 30 minuti a temperatura ambiente, coperto da un telo di tessuto naturale oppure in appositi contenitori alimentari a norma di legge.
  • Si suddivide poi l’impasto in porzioni corrispondenti alle esigenze di impiego mantenendolo in condizioni igieniche ottimali.
  • Prelevare una porzione di impasto e la si tira. Quindi si procede manualmente allargando la pasta con un movimento rotatorio, posizionando le mani sotto alla sfoglia, fino a renderne lo spessore inferiore al millimetro, e avendo cura di non provocare perforazioni della superficie. Si adagia la sfoglia ottenuta nella teglia di cottura, precedentemente unta con olio extravergine di oliva italiano.
  • Si adagia sulla sfoglia il Formaggio fresco, distribuendolo in piccoli pezzi della grandezza pari a quella di una noce, così da coprire in maniera omogenea tutta la superficie.
  • Procedete alla lavorazione dell’impasto rimanente, per ottenere un secondo strato di sfoglia delle dimensioni pari al precedente, che sarà ulteriormente lavorato fino a renderlo sottile, quasi trasparente, e sarà successivamente adagiato sulla base già coperta dal Formaggio.

Seconda parte della ricetta

  • Si saldano, schiacciandoli, i bordi sovrapposti delle due sfoglie per impedire la fuoriuscita del Formaggio durante le operazioni di cottura.
  • Con le dita, si pizzica in più punti la sfoglia superiore, formando dei fori.
  • Cospargete la “Focaccia di Recco col formaggio” con un filo di olio extravergine di oliva italiano ed, eventualmente, con una spolverizzata di sale.
  • La cottura deve avvenire in forni alla temperatura compresa tra 270° e 320°C per 4-8 minuti, fino a quando la superficie del prodotto non avrà assunto un colore dorato, con bolle o striature marroni nella parte superiore.
  • Il forno deve essere regolato in modo che la parte inferiore sia più calda della superiore. E’ escluso ogni trattamento di pre-cottura, surgelazione, congelazione o altra tecnica di conservazione.

RICORDIAMO a tutti che la “FOCACCIA DI RECCO” col formaggio è tutelata dal marchio europeo IGP (Indicazione Geografica Protetta), si tratta della prima specialità al mondo protetta dal marchio comunitario che può essere prodotta nei ristoranti e negli asporti, oltre ai panifici (dove si producono già prodotti DOP e IGP).