Amaretti del Sassello

Gli Amaretti del Sassello: l’icona della Liguria nei dolci

Gli Amaretti del Sassello sono parte della storia dolciaria della Liguria.

✅ Prima di iniziare con la storia e la ricetta degli Amaretti, ti mettiamo qui sotto alcune ricette di dolci.. davvero gustose! Dacci uno sguardo. 😉

Oggi, gli Amaretti del Sassello sono diventati un’icona della gastronomia Ligure in tutto il mondo.

La ricetta e la loro produzione possono definirsi storiche, a tutti gli effetti essendo stati creati nel 1860 a Sassello, in provincia di Savona, proprio al confine tra la Liguria ed il Piemonte.

📜 Nell’Ottocento, in quelle zone, i contadini erano soliti piantare alberi di mandorlo sotto casa, sia per poterne godere la meravigliosa fioritura in primavera, sia per raccoglierne i frutti in autunno.

Questi arbusti però, producevano quantità di mandorle talmente grandi da superare abbondantemente il fabbisogno famigliare annuale, per cui pensarono di sperimentare il prodotto in pasticceria.

E Sassello, fu il primo a trovare una giusta preparazione, creando gli amaretti del Sassello. 😍

Ingredienti e dosi (per 4 persone) ⚖

  • 250 g di mandorle dolci
  • 300 g di zucchero
  • Burro
  • 50 g di mandorle amare
  • 4 albumi

Preparazione 👩‍🍳

  • Scottate le mandorle in acqua bollente, pelatele e passatele in forno preriscaldato a 150°
  • Quindi fatele asciugare per 10 minuti.
  • Pestate le mandorle in un mortaio e unite, a poco a poco, lo zucchero semolato.
  • Incorporate gli albumi e lavorate il composto per 10 minuti.
  • Quando il composto sarà omogeneo, versatelo in una tasca da pasticciere dotata di bocchetta liscia e create sulla teglia da forno, precedentemente imburrata, dei mucchietti distanziati fra loro.
  • Infornate e fate cuocere a 160° per 20 minuti, finché gli amaretti non saranno ben dorati, quindi toglieteli dal forno.
  • Staccate gli amaretti dalla teglia solo quando saranno completamente raffreddati.