Meduse, punture di meduse

Evitare le meduse: 5 Trucchetti per non farti male

Evitare le meduse: 5 Trucchetti per non farti male

✅ Prima di iniziare con la lettura su come evitare le meduse, ti mettiamo qui sotto alcuni link davvero interessanti. Dai uno sguardo! 😉

Lo sappiamo: in estate capita a tutti di imbattersi nelle meduse.

Ti avvisiamo subito: non esiste un modo o una regola aurea per evitare le meduse e non essere punti. Per questo ci vuole anche un po’ di… fortuna!

Ci sono però alcune azioni che puoi fare, per limitare al massimo il rischio di pizzicata.

Vi ricordiamo che, per molte persone, la puntura di medusa è semplicemente un “30 minuti di passione” e poi passa tutto.

Per gli allergici, o per i bimbi – che hanno una cute molto delicata, il dolore è MOLTO più forte.

Meduse velelle, Barchette di San Pietro
Una Velella, non urticante. Foto di Silvy Silvy dal Gruppo Facebook

Evitare le meduse: 5 trucchetti per non farti male

Alcune cose potranno sembrarti forse ovvie e scontate, altre meno. Eppure, hanno tutte una loro logica.. ben precisa. 😉

I più audaci si vantano spesso di prenderle addirittura con le mani, dalla testa. E’ vero, effettivamente la testa è la parte non urticante delle meduse.

⚠ Attenzione però: più la medusa è di colore rosso scuro-viola, maggiore è ovviamente il rischio. Quindi, se possibile, evitate.

Prosegui per scoprire i 5 trucchetti per evitare di farti male con le meduse! 👇

1️⃣ Guarda se ci sono bambini con secchielli e retini!

✔ Potrebbe sembrare banale ma non lo è affatto.

Ancora prima di “chiedere in giro” se ci sono meduse, la prima cosa da fare è guardarsi intorno.

Se vedete tanti bambini armati di retini e secchielli che fanno la spola dall’acqua alla sabbia, urlando MEDUSA! beh..

vuol dire che è probabilmente pieno.

Meduse rosse
Queste fanno male! Foto di Valentina Giacobbe dal Gruppo Facebook

Ricordate: più meduse ci sono > più i bimbi si divertono a raccoglierle.

Quindi, semplicemente: aspettate che ne raccolgano il più possibile, poi entrate in acqua. Facile no?

PS: Per sapere come fare, in caso di puntura, leggi QUI

2️⃣ Non toccate le retine.. dei retini

✔ Ma dai?? L’Avrei mai detto..

Eppure, molti fanno questo erroraccio. Prendete il retino sempre per il manico, senza toccare la rete.

Nel caso vi fossero rimasti dei filamenti invisibili, vi urticate come con un contatto diretto in mare.

E vi diciamo di più.

⚠ Se avete pescato meduse tutto il giorno, prima di andare a casa, grattatelo o passatelo nella sabbia (o nelle pietre – se non c’è la sabbia), POI risciacquatelo bene.

Non sarebbe la prima volta che qualcuno si ustiona…a casa, sistemando la borsa delle cose usate in spiaggia. E’ tutto vero.😉

3️⃣ Se puoi, mettile sotto la sabbia

✔E invece io le ributto in acqua (o dove mi pare).

PREMESSA. Ci sono due scuole di pensiero: chi dice che andrebbero lasciate in acqua e non raccolte, c’è chi sostiene il contrario.

Noi, tra le due, optiamo per la seconda. Rispettiamo le idee e le sensibilità di tutti, ma secondo noi è meglio evitare che il giorno dopo (o il giorno stesso) vengano punti in molti.

La cosa importante, per chi volesse raccoglierle, è quella di non lasciarle pericolosamente in giro, dove magari qualcuno potrebbe camminarci sopra, urticandosi i piedi. Non è piacevole, ve lo garantiamo.

Meduse rosse
Polmone di mare . Foto di Elena Dedomenicis, dal nostro Gruppo Facebook

Se avete della sabbia a disposizione, copritele bene con la sabbia, magari facendo una piccolissima buca. Si sciolgono in brevissimo tempo, senza fare cattivi odori. E soprattutto senza far male a nessuno.

Se non c’è sabbia, potete fare lo stesso con le pietre. Fate una conca tra le pietre, buttatele dentro e richiudete.

Non ci piace quando, a fine giornata, i secchielli colmi di meduse raccolte vengono svuotati in mare. Questo può essere molto pericoloso per chi è in acqua in quel momento.

4️⃣ Se sei allergico.. usa la tutina!

✔Questo, è il punto più importante.

Abbiamo detto (e ripetiamo) che non esiste un vero e proprio metodo per evitare le meduse.

Però ci sono alcuni accorgimenti, utili soprattutto per le persone che SANNO di avere brutte reazioni alle punture, o ne sono particolarmente spaventati.

Alcuni, oltre ad usare 🥽 maschere o occhialini, si spalmano creme che – teoricamente – dovrebbero proteggere delle ustioni di medusa.

Puntura di medusa
Qui hai tutte le istruzioni – su cosa fare in caso di puntura

Noi, preferiamo un “metodo” molto più semplice.

Esistono delle TUTINE, le chiamiamo così – che rientrano nella categoria delle mute da subacquea, pur non essendolo – davvero sottilissime e leggere. Si trovano di tanti colori e con tantissimi disegni carini.

Nei giorni più rischiosi, quando magari si avvertono racconti di precedenti catture, potete indossarne una per fare il bagno.

Pur essendo così leggere che non sembra nemmeno di indossarle, sono una buona protezione per il corpo. Si trovano nei negozi di sport e, nelle località balneari, anche nei negozietti e negli empori.

Non disdegnatele a priori. Sono davvero ottimi prodotti.

5️⃣ Se ne vedi una, ce ne sono probabilmente altre.

✔ Eh si, dobbiamo dirvelo..

Le meduse hanno un loro sistema di propulsione, alcune specie in modo maggiore, come abbiamo scritto QUI.

Quello che influenza molto i loro movimenti, è la direzione della corrente.

Meduse
Qui trovi i principali tipi di medusa, nel mar Ligure e nel Tirreno

Quindi, cosa vogliamo dirvi?

Se mentre state facendo la vostra bella nuotata, ne vedete magari una sola soletta, è possibile che ce ne siano altre in giro.

Quindi, continuate la vostra nuotata, ma con maggiore ⚠ attenzione.

Se per caso, siete proprio nella direzione della corrente, potreste trovarvi circondati in un attimo.

Rispondi