Portofino: la storia del meraviglioso Castello Odero

Castello Odero a Portofino, una meraviglia che domina la Passeggiata dei Baci.

Prima di iniziare la lettura, ti mettiamo qui sotto alcuni link di nostri articoli, che ti potrebbe interessare leggere.

Chi era Renzo Odero?

Il Senatore Renzo Attilio Odero (1854-1945) era Cavaliere del lavoro e fondò i cantieri dove furono costruiti i primi caccia torpedinieri per la Marina Italiana.

E’ stato presidente della società Terni, che nel 1936 si è consorziato con altre, diventando il complesso industriale Odero-Terni-Orlando. Nel 1950 si è scisso in due gruppi, l’Ansaldo per il settore metalmeccanico e Terni per il settore siderurgico ed elettrico

Castello Odero, Portofino, passeggiata dei baci
Castello Odero, vista dalla passeggiata dei Baci – Foto staff, dal Gruppo Facebook

📜 Storia del Castello Odero a Portofino

Nei primi anni del ‘900, il senatore Odero comprò un lotto molto grande, comprendente ville e case rurali, con 12 coloni, dai Baroni Baratta.

L’impresario Consigliere, famoso e bravo edile dell’epoca, costruì il Castello Odero nel 1912, in una incantevole posizione, proprio sopra la punta chiamata Punta di Cajega.

Castello Odero, Passeggiata dei Baci, Portofino
Castello Odero, visto dalla strada – Foto Staff

L’architetto del progetto era il famoso Coppedè, che aveva già lasciato tracce del suo talento anche in altre parti della Liguria.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, questi beni passarono all’ingegnere Enrico Piaggio, (quello della Vespa), che vi prese residenza stabile.

Il Comune di Portofino aveva acquistato quindi un personaggio molto importante, che gli dava prestigio, abitandovi tutto l’anno. Non solo, rimpinguava le 📈 casse comunali, pagando le tasse proprio qui.

L’ingegner Piaggio, è stato anche un generoso benefattore di Portofino. Quando il Comune costruì le case popolari, le alzò di un piano rispetto al progetto originale, pur senza avere fondi per saldare l’ampiamento.

Alla fine dell’opera, l’ammontare extra da versare si aggirava sui 15 milioni di lire. Quella somma fu appianata con una donazione di Piaggio. 🎖

A quel tempo Portofino era diventata una colonia di industriali di genere. In questo modo, il borgo era arrivato al massimo livello economico/turistico/sociale. Successivamente ci fu però un lento cambiamento di rotta, verso la Costa Smeralda, in Sardegna.

Portofino, Passeggiata dei Baci, Castello Odero
Dettaglio della Torre del Castello – Foto Staff

Nel 1980, gli eredi Piaggio vendettero all’ingegnere Tonolli i loro beni di Portofino. In quell’occasione, Piaggio aveva manifestato l’intenzione di donare al paese una parte dell’acquisto. Così, i Piaggio e i Tonolli, formalizzarono la loro donazione contemporaneamente.

✔ Questo lascito consisteva in quattro fabbricati e in 80.000 m² di terreno, composti da vigneti, oliveti castagneti e boschi con piante d’alto fusto, sorgenti di acqua potabile, cisterne di riserva e una chiusa d’acqua che faceva funzionare il mulino delle olive, al romitaggio di Sant’Antonio di Niasca.

Portofino: come si arriva al Castello Odero?

Devi percorrere la Passeggiata dei Baci. Questo percorso pedonale collega Paraggi a Portofino, con un bellissimo sentiero che costeggia – dall’alto – la strada carrabile.

In entrambi i punti di accesso alla passeggiata, ci sono tutte le indicazioni del caso. Il Castello Odero si trova all’incirca a metà percorso.