Maccheroni ripieni

Maccheroni ripieni: Gli originali “Maccaroin pìn”

Quando una parola sta ad indicare qualcosa di usuale ed importante, subito da questo nascono modi di dire, nomignoli, un tempo addirittura i cognomi.

E’ il caso del “maccherone“: come “cacio sui maccheroni” o il siciliano “maccaruni senza saliper indicare uno sciocco, oppure l’espressione scherzosa e semi effettiva “macaroni“, usata talvolta all’estero per indicare un italiano.

Mai cibo ha avuto tanta ✍ letteratura – una vera e propria gara tra studiosi ed etimologi – come questo tipo di pasta che forse batte, per verità storica, qualsiasi altro usato mai nel nostro Paese.

📜 Genova possiede un singolare primato, e lo deve alla precarietà – un tempo assai maggiore di oggi – della vita di un militare: fu infatti forse perché in procinto di partire per una delle tante ⚔guerre di allora che un tale Bastone, di professione, appunto, soldato, nel 1279 fece il suo bravo testamento davanti al notaio, e tra le altre cose lasciò una bacinella “plena de macaronis“.

Maccheroni ripieni” in preparazione 😉

I maccheroni che il soldato Bastone in quel lontanissimo dì, non riuscì a consumare, erano stati certamente preparati ad un ad uno, con 💙 amore.

Perché non provare almeno una volta tanto, a ritornare, assaporandola con il dovuto rispetto, alla rustica genuinità di allora? 💪

Ingredienti e dosi (per 6 persone)

  • 700 grammi di farina di grano due
  • 300 grammi di magro di vitello
  • 100 grammi di animelle e di schienali
  • 100 grammi di burro
  • tre uova
  • due cipolle
  • formaggio parmigiano grattugiato
  • prezzemolo
  • brodo di carne
  • sale
  • acqua

Preparazione 👨‍🍳

  • Impastate la farina con acqua.
  • Riducete l’impasto a pezzetti e arrotolateli sullo spianatoio con in mezzo un giunco ben levigato o altro adatto utensile.
  • Togliete il giunco e schiacciate da una parte ogni maccherone in modo che rimanga ben otturato.
  • Prendete quindi il vitello, l’animella e gli schienali e fateli rosolare con burro, prezzemolo e cipolla per 20 minuti.
  • Tritate tutto sul tagliere e poi pestate nel mortaio aggiungendo tre tuorli e un bianco d’uovo, una manciata di formaggio, mollica di pane inzuppata in brodo di carne, sale, mescolando fino a ridurre in pasta semi densa.
  • Con questa, riempite i maccheroni, chiudendo poi l’altro lato.
  • Mettete in tegame con brodo di carne e abbondante parmigiano.
  • Infornate a fuoco medio per un’ora e servite nello stesso tegame.